Francesco GUCCINI

 :: ARTI :: Musica :: Artisti

Pagina 3 di 3 Precedente  1, 2, 3

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Francesco GUCCINI

Messaggio Da Ospite il Lun 14 Giu 2010, 23:04

@Therese ha scritto:
Piccolo principe ha scritto:quante grossa lacune nelle mie conoscenze musicali...

Piccolo Principe (ti posso chiamare Prince? ) ne ho pure io parecchie di lacune musicali...seguendo Morgan a XF ho imparato qualcosa, sopratutto quali erano le piu' grosse.....
Ammetto che Guccini è una di quelle...lo conosco pochissimo...e ammetto che quando ci ho provato, ho sempre fatto un po' fatica ad ascoltarlo...
Eppure non ascolto(avo) solo il Mengoni...

Io di Guccini ascolto poco,non mi piace molto.Amo tantissimo Paolo Conte,Vecchioni,Dalla,De Gregori,De André,ma non sono mai riuscita ad appassionarmi a Guccini.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Francesco GUCCINI

Messaggio Da Ospite il Lun 14 Giu 2010, 23:08

anny_skod ha scritto:
@Therese ha scritto:
Piccolo principe ha scritto:quante grossa lacune nelle mie conoscenze musicali...

Piccolo Principe (ti posso chiamare Prince? ) ne ho pure io parecchie di lacune musicali...seguendo Morgan a XF ho imparato qualcosa, sopratutto quali erano le piu' grosse.....
Ammetto che Guccini è una di quelle...lo conosco pochissimo...e ammetto che quando ci ho provato, ho sempre fatto un po' fatica ad ascoltarlo...
Eppure non ascolto(avo) solo il Mengoni...

Io di Guccini ascolto poco,non mi piace molto.Amo tantissimo Paolo Conte,Vecchioni,Dalla,De Gregori,De André,ma non sono mai riuscita ad appassionarmi a Guccini.


Puoi.
Non ti piace forse perché è caratterizzato politicamente.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Francesco GUCCINI

Messaggio Da Ospite il Lun 14 Giu 2010, 23:09

ma io su musica parlo sempre da dilettante.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Francesco GUCCINI

Messaggio Da Ospite il Lun 14 Giu 2010, 23:16

Piccolo principe ha scritto:
anny_skod ha scritto:
@Therese ha scritto:
Piccolo principe ha scritto:quante grossa lacune nelle mie conoscenze musicali...

Piccolo Principe (ti posso chiamare Prince? ) ne ho pure io parecchie di lacune musicali...seguendo Morgan a XF ho imparato qualcosa, sopratutto quali erano le piu' grosse.....
Ammetto che Guccini è una di quelle...lo conosco pochissimo...e ammetto che quando ci ho provato, ho sempre fatto un po' fatica ad ascoltarlo...
Eppure non ascolto(avo) solo il Mengoni...

Io di Guccini ascolto poco,non mi piace molto.Amo tantissimo Paolo Conte,Vecchioni,Dalla,De Gregori,De André,ma non sono mai riuscita ad appassionarmi a Guccini.


Puoi.
Non ti piace forse perché è caratterizzato politicamente.

no,..la politica non c'entra.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Francesco GUCCINI

Messaggio Da Therese il Lun 14 Giu 2010, 23:27

Piccolo principe ha scritto:
....Non ti piace forse perché è caratterizzato politicamente.

Non penso sia questo... non so se anny concorda con me, ma Guccini ha un modo di cantare che mi risulta un po' indegesto... mi sembra che piu' che cantare, lui parli, racconti delle storie.
In questa veste lo ascolto volentieri, sono storie e racconti intensi, pero' ... diciamo che lo trovo sbilanciato...mi sembrano racconti accompagnati da un tema musicale, non tanto canzoni...l'amalgama fra testo, canto, melodia e interpretazione, nel suo caso, non mi arriva...lo trovo disarmonico, disequilibrato.

Mio limite, lo dico e lo ripeto. E me ne dolgo, perchè è un'artista che mi attira....Ma non sono mai riuscita a superare questa sensazione....
avatar
Therese
mengonella
mengonella

Messaggi : 12739
Data d'iscrizione : 13.05.10
Età : 44
Località : Belleville

Tornare in alto Andare in basso

Re: Francesco GUCCINI

Messaggio Da Ospite il Lun 14 Giu 2010, 23:32

@Therese ha scritto:
Piccolo principe ha scritto:
....Non ti piace forse perché è caratterizzato politicamente.

Non penso sia questo... non so se anny concorda con me, ma Guccini ha un modo di cantare che mi risulta un po' indegesto... mi sembra che piu' che cantare, lui parli, racconti delle storie.
In questa veste lo ascolto volentieri, sono storie e racconti intensi, pero' ... diciamo che lo trovo sbilanciato...mi sembrano racconti accompagnati da un tema musicale, non tanto canzoni...l'amalgama fra testo, canto, melodia e interpretazione, nel suo caso, non mi arriva...lo trovo disarmonico, disequilibrato.

Mio limite, lo dico e lo ripeto. E me ne dolgo, perchè è un'artista che mi attira....Ma non sono mai riuscita a superare questa sensazione....

esatto.non mi emoziona,infatti a volte preferisco semplicemente leggere i suoi testi piuttosto che ascoltarli.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Francesco GUCCINI

Messaggio Da Ospite il Lun 14 Giu 2010, 23:37

anny_skod ha scritto:
@Therese ha scritto:
Piccolo principe ha scritto:
....Non ti piace forse perché è caratterizzato politicamente.

Non penso sia questo... non so se anny concorda con me, ma Guccini ha un modo di cantare che mi risulta un po' indegesto... mi sembra che piu' che cantare, lui parli, racconti delle storie.
In questa veste lo ascolto volentieri, sono storie e racconti intensi, pero' ... diciamo che lo trovo sbilanciato...mi sembrano racconti accompagnati da un tema musicale, non tanto canzoni...l'amalgama fra testo, canto, melodia e interpretazione, nel suo caso, non mi arriva...lo trovo disarmonico, disequilibrato.

Mio limite, lo dico e lo ripeto. E me ne dolgo, perchè è un'artista che mi attira....Ma non sono mai riuscita a superare questa sensazione....

esatto.non mi emoziona,infatti a volte preferisco semplicemente leggere i suoi testi piuttosto che ascoltarli.


Tutto lecito, questione di gusti, sensibilità personale.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Francesco GUCCINI

Messaggio Da Ospite il Lun 14 Giu 2010, 23:46

@Therese ha scritto:Non penso sia questo... non so se anny concorda con me, ma Guccini ha un modo di cantare che mi risulta un po' indegesto... mi sembra che piu' che cantare, lui parli, racconti delle storie.
In questa veste lo ascolto volentieri, sono storie e racconti intensi, pero' ... diciamo che lo trovo sbilanciato...mi sembrano racconti accompagnati da un tema musicale, non tanto canzoni...l'amalgama fra testo, canto, melodia e interpretazione, nel suo caso, non mi arriva...lo trovo disarmonico, disequilibrato.

Mio limite, lo dico e lo ripeto. E me ne dolgo, perchè è un'artista che mi attira....Ma non sono mai riuscita a superare questa sensazione....


Io Guccini lo adoro,è tra i miei cantautori preferiti,forse perchè con la sua musica ci sono praticamente cresciuta.
Infatti adesso mi guarderò con piacere tutti i video postati facendomi venire il magone. sereno
Concordo con Therese sulla parte in grassetto, Guccini non è assolutamente un cantate, è un narratore, ci sono mille modi di fare musica, lui fà il meglio nel suo modo, ma capisco perfettamente chi non riesce a digerirlo, non è di facile ascolto e può risultare pesante.
(la maggior parte delle persone che conosco lo definirebbe semplicemente "noioso" :uhm: )
Sul fatto che sia disarmonico e disequilibrato, io dissento, ma sono sensazioni personali e comprensibili. Come si suol dire è una questione di gusti. scusa

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Francesco GUCCINI

Messaggio Da Therese il Lun 14 Giu 2010, 23:48

Piccolo principe ha scritto:
...Tutto lecito, questione di gusti, sensibilità personale.
Quando mi capitano queste cose, sopratutto con artisti cosi' affermati e amati, io mi auto critico forse la mia è anche pigrizia, mancanza di concentrazione, mi sembra impossibile non riuscire a entrare in sintonia con lui...che mi pare poi simpatico e intelligente, arguto, originale...
Che poi so tutto DeAndrè praticamente a memoria, e pure lui non si puo' certo definire un cantautore leggero...

Mah, in fondo nell'arte ci sono sempre due mondi che si avvicinano e che, non sempre, si incontrano...l'autore dell'opera e chi la guarda..
avatar
Therese
mengonella
mengonella

Messaggi : 12739
Data d'iscrizione : 13.05.10
Età : 44
Località : Belleville

Tornare in alto Andare in basso

Re: Francesco GUCCINI

Messaggio Da Ospite il Lun 14 Giu 2010, 23:54

infatti all'inizio per me era una pecca..perché lo vedevo come un mio 'deficit' personale non capirlo,non apprezzarlo..ma dopo tutto non é che deve piacermi per forza,..io c'ho provato.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Francesco GUCCINI

Messaggio Da Ospite il Lun 14 Giu 2010, 23:55

@Therese ha scritto:
Piccolo principe ha scritto:
...Tutto lecito, questione di gusti, sensibilità personale.
Quando mi capitano queste cose, sopratutto con artisti cosi' affermati e amati, io mi auto critico forse la mia è anche pigrizia, mancanza di concentrazione, mi sembra impossibile non riuscire a entrare in sintonia con lui...che mi pare poi simpatico e intelligente, arguto, originale...
Che poi so tutto DeAndrè praticamente a memoria, e pure lui non si puo' certo definire un cantautore leggero...

Mah, in fondo nell'arte ci sono sempre due mondi che si avvicinano e che, non sempre, si incontrano...l'autore dell'opera e chi la guarda..


Io ho un approccio assolutamente istintivo alla musica - ma sempre ancorato al passato. Sarà perché è il mondo perso...

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Francesco GUCCINI

Messaggio Da Ospite il Lun 14 Giu 2010, 23:58

@Therese ha scritto:
Piccolo principe ha scritto:
...Tutto lecito, questione di gusti, sensibilità personale.
Quando mi capitano queste cose, sopratutto con artisti cosi' affermati e amati, io mi auto critico forse la mia è anche pigrizia, mancanza di concentrazione, mi sembra impossibile non riuscire a entrare in sintonia con lui...che mi pare poi simpatico e intelligente, arguto, originale...
Che poi so tutto DeAndrè praticamente a memoria, e pure lui non si puo' certo definire un cantautore leggero...

Mah, in fondo nell'arte ci sono sempre due mondi che si avvicinano e che, non sempre, si incontrano...l'autore dell'opera e chi la guarda..

Non ti fustigare sereno
DeAndrè non è di sicuro un cantautore leggero, ma la sua voce và sicuramente giù più liscia di quella del Guccinone.
Come ho detto c'è gente che lo definisce noioso, tu sei stata fin troppo diplomatica.
Il fatto che sia un cantautore di un certo spessore non vuol dire che te lo devi far piacere per forsa.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Francesco GUCCINI

Messaggio Da Delilah il Mar 15 Giu 2010, 00:12

Non conosco tutto Guccini e faccio fatica ad avvicinarmi ai dischi che ha pubblicato in passato e che non ho avuto la curiosità di comprare. Amo alcune canzoni perché hanno fatto un po' da colonna sonora ad alcuni anni della mia vita. Alcune canzoni raccontano storie altre degli stati d'animo ed è così che le ascolto: come racconti e non come canzoni. Se qualcuno non riesce ad apprezzarle, non trovo che sia criticabile. A volte una stessa canzone può fare un effetto diverso a seconda del momento in cui viene ascoltata.

Canzone di notte

avatar
Delilah

Messaggi : 17979
Data d'iscrizione : 12.05.10
Età : 105
Località : Milano

http://www.accauno.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Francesco GUCCINI

Messaggio Da Ospite il Mar 15 Giu 2010, 06:54

@Delilah ha scritto:*
Apro questo topic oggi, 14 giugno, perché Guccini compie 70 anni.


Festeggerà, per modo di dire, «facendo finta di niente», il noto
cantautore modenese Francesco Guccini, che oggi
compie settant'anni. «Non è bello festeg­gia­re un compleanno,
al­me­no non a que­sta età. Vor­rei star­me­ne in di­spar­te», ha
dichiarato l'artista.

Musicista, scrittore e talvolta anche «attore» (era in
Radiofreccia del collega e conterraneo Luciano Ligabue ed è ormai una comparsa abituale dei
film di Leonardo Pieraccioni ), Guccini ha scritto la
sua prima canzone, L'antisociale, nel 1960 e pubblicato il
suo primo album, Folk Beat n.1, nel 1967.

Nato a Modena e cresciuto con la madre a Pàvana, sull'Appenino
tosco-emiliano, mentre il padre era impegnato a combattere nella
seconda Guerra mondiale, Guccini ha ricordato spesso, nelle sue
canzoni, gli anni della sua infanzia e le origini montanare, a cui
ha dedicato non solo l'album Radici (1972), uno dei suoi
più famosi (quello del brano La locomotiva), ma anche il
suo primo romanzo, Cròniche Epafàniche, pubblicato da
Feltrinelli nel 1989.

Il 18 giugno Guccini si esibirà a Rende, in provincia di
Cosenza, e il 30 giugno nella sua Modena.
da: http://www.style.it/vanitypeople/show/musica/2010/6/14/tanti-auguri-francesco-guccini.aspx

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Francesco GUCCINI

Messaggio Da Ospite il Mar 15 Giu 2010, 07:27



tutte le volte ripenso alla stazione
triste

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Francesco GUCCINI

Messaggio Da Zoe il Mar 15 Giu 2010, 13:24

Io collego Guccini soprattutto agli anni del liceo… ma mi piace sempre ascoltarlo, andare ai suoi concerti e vedere che c'è gente di tutte le età, dai ragazzini ai suoi coetanei sereno Forse perché i testi sono sempre attualissimi.

Stagioni

Addio
avatar
Zoe
mengonella
mengonella

Messaggi : 9955
Data d'iscrizione : 13.05.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Francesco GUCCINI

Messaggio Da Delilah il Mar 15 Giu 2010, 14:24

dal Messaggero:

http://www.ilmessaggero.it/articolo.php?id=106227&sez=HOME_SPETTACOLO


I 70 anni di Francesco Guccini
Voce di sinistra amata dai “neri”


Gli auguri al cantautore dalle pagine del Secolo d'Italia
L'esordio nel 1967, oggi in uscita un libro-canzoniere




BOLOGNA
(12 giugno) - Compie settant'anni Francesco Guccini, nato il 14 giugno
1940 a Modena e da anni tornato nella terra degli avi, a Pavana,
sull'appennino pistoiese. E a fare gli auguri al cantautore emiliano, da
oltre quattro decenni simbolo della sinistra in musica, non ci sono
soltanto i fan di sempre, tra cui Ligabue, ma i nemici di una volta, o
presunti tali.
Sì, perché quello del Secolo d'Italia per l'artista di Dio è
morto
, celebrato oggi sulle pagine dell'ex quotidiano Msi con
un commosso articolo di Franco Cardini, è ormai amore certo. Coltivato
nei mesi scorsi dalle citazioni gucciniane sempre più frequenti sul
giornale di Flavia Perina. E confermato oggi dalle parole dello storico
fiorentino, che da ex militante del Movimento sociale aveva una passione
“sbagliata” per i dischi del cantautore anarchico.
«Eravamo brutti anatroccoli anche come tuoi fans, Francesco,
noialtri minuscola pattuglia di “neri dal cuore rosso” - scrive Cardini,
69 anni, che da ragazzo aveva conosciuto il cantautore in vacanza sulle
colline bolognesi -. Se ci fossimo incontrati e parlati forse sarebbe
finita a manate, forse a lacrime e abbracci».
Cardini ripercorre gli anni della giovinezza quando «entrambi avevamo
barba ancor nera
o castana e portavamo un “eskimo innocente”», e
scrive «nessuno come lui riusciva a riempire nelle notti d'estate la
piazza Maggiore. E nessuno come lui riesce ancora a esprimere quel che
sentiamo dentro, la rabbia e la delusione, l'amore e la speranza». Poi
Cardini, nel suo omaggio affettuoso, si mette a giocare con le categorie
politiche. E citando un passaggio dell'Avvelenata, in cui a mò
di provocazione Guccini cantava «Io anarchico, io fascista», scrive:
«Eppure almeno una volta il sospetto di essere dei nostri, o che noi
eravamo dei tuoi, è venuto anche a te. Noi di esser dei tuoi, in fondo
abbiamo sempre avuto la profonda anche se indimostrabile
consapevolezza».
«Sono un passo oltre l'ammirazione per Francesco Guccini. Oltre il
rispetto, oltre la stima.
Ora, oltre a tutto ciò, gli voglio bene».
Sono le parole di Luciano Ligabue, che dell'autore della Locomotiva, suo
conterraneo e attore in Radiofreccia, ha elogiato «la sua ironia
e la sua modestia, che di sicuro non è falsa». «Chiunque avesse scritto
e cantato ciò di cui lui è stato ed è capace - ha detto la rockstar di
Correggio -, assumerebbe la posa di chi ti fa pesare tale statura,
prendendosi insopportabilmente troppo sul serio. Guccini viaggia sul
pianeta terra. A livello del mare. O, al limite, a livello di Pavana».
Per il compleanno del maestro, Ligabue ha composto un brano, Caro il
mio Francesco
, inserito nel suo nuovo album.
«Non è bello festeggiare un compleanno, almeno non a questa età. Sono
pur sempre settant'anni!»,
sembra abbia detto Guccini a pochi
giorni dal 14 giugno. Ai microfoni del Tg1 ha rievocato una volta in
cui, in sala di registrazione per Auschwitz, un tecnico gli
disse: «Cambi genere». E poi ha fatto una piccola rivelazione. Uno dei
suoi brani preferiti, ha spiegato, è una canzone del '58 che non ha mai
inciso: «Era sulla falsariga di Only you, la saprei ancora
suonare» Infine, a proposito di una delle sue ballate più popolari, La
locomotiva
, ha ricordato una frase di Giorgio Gaber: «Chi scrive
tredici strofe su una locomotiva, può scrivere di tutto». In effetti
Guccini ha fatto anche lo scrittore, o meglio il giallista, a quattro
mani con Loriano Machiavelli.
Un altro libro esce in questi giorni: è Francesco Guccini -
Fiero del mio sognare
, di Gianluca Veltri, pubblicato da Arcana. Il
canzoniere di Guccini esplorato come una mappa, quasi fosse un parco
naturale protetto, con sentieri segnati e numerati, da percorrere a
piedi, senza fretta. Il libro offre dieci itinerari individuati come
chiavi, che contengono molte canzoni e spunti, intervallati da inserti
tratti da vari autori, tra gli altri Borges, Proust, Eliot, Pasolini
Baudelaire, Canetti e Roth.
Un altro riferimento recente per capire il cantautore è Non so che
viso avesse
, una «quasi autobiografia», come lui stesso l'ha
definita, scritta a quattro mani con l'amico e italianista Alberto
Bertoni e pubblicata all'inizio dell'anno.

Sono due i concerti che Guccini ha messo in programma per il suo
compleanno.
Il primo è il 18 giugno a Rende (Cosenza), il secondo è
il 30 giugno, questa volta nella sua città natale, Modena, dove la festa
andrà in scena nella piazza Grande. «E' stata l'idea di un assessore -
si è schermito Guccini - Fosse per me, sarebbe una data come le altre».
Di sicuro non lo sarà per i suoi spettatori, che da decenni affollano
i suoi concerti
da “Contastorie”, un mix di canzoni, cabaret,
invettive e monologhi ispirati dalla cronaca. Il suo pubblico si rinnova
di generazione in generazione e parallelo corre il successo dei suoi
dischi, da quelli degli anni Settanta, Radici e Via Paolo
Fabbri 43
(il suo vero indirizzo di casa a Bologna), fino a Ritratti.
avatar
Delilah

Messaggi : 17979
Data d'iscrizione : 12.05.10
Età : 105
Località : Milano

http://www.accauno.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Francesco GUCCINI

Messaggio Da Delilah il Sab 05 Mar 2011, 18:57

Riccardo Bertoncelli racconta la storia de "L'avvelenata"

avatar
Delilah

Messaggi : 17979
Data d'iscrizione : 12.05.10
Età : 105
Località : Milano

http://www.accauno.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Francesco GUCCINI

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 3 di 3 Precedente  1, 2, 3

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 :: ARTI :: Musica :: Artisti

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum