I RADIOHEAD

 :: ARTI :: Musica :: Artisti

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: I RADIOHEAD

Messaggio Da Delilah il Mar 22 Feb 2011, 13:10

5. Lotus flower

6. Codex



Slight of hand
Jump off the end
Into a clear lake

No one around
Just dragonflies
Flying to the side

No one gets hurt
You've done nothing wrong
Slide your hand
Jump off the end

The water's clear, and innocent
The water's clear, and innocent
avatar
Delilah

Messaggi : 17979
Data d'iscrizione : 12.05.10
Età : 105
Località : Milano

http://www.accauno.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: I RADIOHEAD

Messaggio Da Delilah il Mar 22 Feb 2011, 13:21

7. Give up the ghost



questa veniva già canatata dal vivo da almeno 1 anno:




Don't hurt me
Don't haunt me
(repeated in the background)

Gather up the lost and the sold
Into your arms, into your arms

Gather up and pay in full
Into your arms, into your arms
Into your arms, into your arms

What seems impossible
Into your arms, into your arms

I think i have had my fill
Into your arms, into your arms
Into your arms, into your arms

I think I should give up the ghost
Into your arms
Into your arms
Into your arms
Into your arms....
avatar
Delilah

Messaggi : 17979
Data d'iscrizione : 12.05.10
Età : 105
Località : Milano

http://www.accauno.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: I RADIOHEAD

Messaggio Da Delilah il Mar 22 Feb 2011, 13:29

8. Separator

avatar
Delilah

Messaggi : 17979
Data d'iscrizione : 12.05.10
Età : 105
Località : Milano

http://www.accauno.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: I RADIOHEAD

Messaggio Da Delilah il Mar 22 Feb 2011, 13:34

Anche Lotus Flower è stata suonata dal vivo prima dell'uscita del disco.

avatar
Delilah

Messaggi : 17979
Data d'iscrizione : 12.05.10
Età : 105
Località : Milano

http://www.accauno.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: I RADIOHEAD

Messaggio Da Ospite il Dom 27 Feb 2011, 18:45

Partiamo dai Radiohead. King of limbs non è un disco qualsiasi e non è un disco facile. I Radiohead non sono nuovi a esperimenti di questo genere, già in passato, altre volte, avevano provato a spostarsi in avanti assieme a tutto il loro pubblico, anzi, tutta la loro storia è fatta di costanti progressi verso un “altrove” musicale privo di connotazioni stilistiche determinate. Da quando la loro astronave ha lasciato il pianeta del rock, abbandonandolo al proprio destino, viaggia nella sua “missione quinquennale, diretta all’esplorazione di strani, nuovi mondi, alla ricerca di altre forme di vita e di civiltà, fino ad arrivare laddove nessun uomo è mai giunto prima”, tanto per parafrasare Star Trek.
King of limbs (al di la della difficile traduzione del titolo, almeno per me, “re degli arti”, “re dei monelli”, “re dei tentacoli”, “re degli orli”) è un disco in cui è difficile entrare ma dal quale è altrettanto difficile uscire, perchè la costruzione dei Radiohead è quella di una sorta di universo sensoriale parallelo, nel quale una volta entrati, dopo avere con difficoltà aperto la porta, ci si sente a proprio agio, ci si muove con lentezza, ascoltando con attenzione la musica e il battito del proprio cuore. Disco di emozioni, dunque, non tanto di “speculazioni” intellettuali, disco che o si ama o si odia, o si trova “bello”, nel senso pieno del termine, dove la “bellezza” è una sensazione di completezza assoluta, o spinge alla repulsione. Se ci si consente un parallelo, magari non del tutto calzante, i Radiohead provano a fare in musica quello che fa l’arte contemporanea, che destruttura in maniera radicale ogni rappresentazione del reale, ottenendo però il risultato opposto, quello di essere in perfetta sintonia con i tempi che stiamo vivendo. King of limbs non vuole “descrivere” il mondo, o spiegarlo, prova piuttosto a rappresentarlo con i mezzi dell’arte e del suono, liberamente, senza limiti o costrizioni, senza canzoni, usando di tanto in tanto tutto quello che può tornare utile, che sia ritmo o melodia, che sia un sospiro o un suono. Il gruppo, in quanto tale, forse non si sa più nemmeno cosa sia, nel senso che il “suono” dei Radiohead non è più quello di una band, e gli strumenti tradizionali del fare musica, voce a parte, sono tutti sostanzialmente modificati dalle tecnologie. Ora, se non avete ancora sentito il disco, vi sta venendo il dubbio che King of limbs sia un disco noioso. Avete in parte ragione, ma, la cosa non vi sembri assurda, la noia fa parte del progetto. Il “landscape” che i Radiohead costruiscono e nel quale ci accompagnano è l’elemento centrale del disco, non gli oggetti che in questo scenario incontriamo, e viaggiare comporta, come tutti sanno, emozioni e momenti di noia, che messi insieme costituiscono l’esperienza. A me il disco piace, piace molto, trovo che sia piacevolmente sorprendente non nelle grandi immagini ma nei piccoli particolari, ai quali i Radiohead dedicano particolare attenzione. Hanno distrutto il concetto di band, hanno abbandonato il rock, hanno demolito la forma canzone, ed hanno messo in soffitta anche l’industria discografica e i supporti, dato che anche questo album si acquista in download direttamente dal loro sito per 7 euro, o in edizione deluxe, con molte altre cose fisiche da possedere per i feticisti, a 36 euro. Cosa volere di più da una band contemporanea?

http://assante.blogautore.repubblica.it/category/blog/

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: I RADIOHEAD

Messaggio Da Zoe il Sab 05 Mar 2011, 16:15

http://www.rockol.it/news-218239/Supposizioni-corrette,-i-Radiohead-stanno-già-registrando-di-nuovo
Supposizioni corrette, i Radiohead stanno già registrando di nuovo

Radiohead ancora una volta controcorrente. Dopo l'inaspettata comunicazione con la quale è stata annunciata l'immediata pubblicazione del nuovo album "The king of limbs", ecco che le supposizioni di pochi giorni fa si rivelano -più o meno- corrette.
Diversi fattori avevano fatto pensare che il recentissimo disco immesso sul mercato dall'ensemble di Oxford -versione digitale del disco disponibile già dal 19 febbraio, mentre quella fisica sarà spedita a partire dal 9 maggio- fosse solo la prima parte di un ipotetico dittico. Jonny Greenwood, intervistato dalla BBC, non ha affatto confermato che un nuovo album sia all'orizzonte ma ha fatto ampiamente intendere che i Radiohead non intendono seguire la consueta strada del tour-disco-tour. Il chitarrista ha detto: "Siamo in fase di registrazione. Stiamo provando un po', stiamo facendo musica cercando di capire che fare. Abbiamo smesso di pianificare alla lunga distanza, stiamo solo facendo musica e chiedendoci quale potrà essere la prossima mossa e che fare". "The king of limbs" in digitale costa 7 euro, mentre quello "fisico" (che conterrà due vinili da 10 pollici, un compact disc, alcuni poster e 625 illustrazioni più piccole in una confezione totalmente biodegradabile) costa dai 36 ai 39 euro a seconda dei formati.
avatar
Zoe
mengonella
mengonella

Messaggi : 9955
Data d'iscrizione : 13.05.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: I RADIOHEAD

Messaggio Da Delilah il Mer 16 Mar 2011, 15:58

Come anticipato ieri da Rockol, il leader dei Radiohead Thom Yorke ha realizzato un singolo in collaborazione con i guru dell'elettronica Burial e Four Tet. Il disco, un 12 pollici in edizione limitata, è costituito dalle canzoni inedite "Ego" e "Mirror". Ieri sera lo stesso Kieran Hebden, in arte Four Tet, ha suonato i due pezzi nel corso del suo programma sull'emittente Rinse FM e i fan, che non aspettavano altro, le hanno ovviamente registrate e fatte girare sul web. Il risultato non potrà che piacere agli estimatori della band di Oxford, soprattutto a quelli che hanno apprezzato la svolta elettronica del quintetto dopo "Kid A": in entrambi i pezzi infatti la voce di Yorke è accompagnata dalle ritmiche minimali (tipiche della cosiddetta "folktronica") e dubstep che caratterizzano rispettivamente Four Tet e Burial. Anche se stavolta sembra che sia stato soprattutto il secondo a dare l'impronta decisiva ai pezzi. Ecco il lato A del singolo, "Ego".



Il 12 pollici "Ego/Mirror" uscirà il 21 marzo ed è stato reso disponibile in pre-ordine già da ieri, ma tutte le copie sono già andate sold-out. Al momento non sono state diffuse notizie riguardo ad una possibile distribuzione in digitale. Di sotto potete ascoltare la seconda traccia del disco, "Mirror".



Mentre i fan dei Radiohead si interrogano ancora sul possibile successore di "The king of limbs" dunque il cantante si è concesso un'incursione nel mondo dell'elettronica. Ma non è la prima volta: l'anno scorso il musicista di Oxford ha collaborato con il produttore e compositore Flying Lotus per “… And the world laughs with you”, traccia contenuta nell'album "Cosmogramma".

http://www.rockol.it/news-222536/Ascolta-qui--Ego-Mirror-,-il-singolo-di-Thom-Yorke,-Burial-e-Four-Tet
avatar
Delilah

Messaggi : 17979
Data d'iscrizione : 12.05.10
Età : 105
Località : Milano

http://www.accauno.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: I RADIOHEAD

Messaggio Da Delilah il Gio 14 Apr 2011, 17:27

Radiohead, parla Ed O'Brien: 'Nessun seguito a 'The king of limbs´''

Ad aprire il rubinetto che ha rovesciato sulle teste dei tanti fan della band di Oxford che credevano ad un "istant sequel" di "The king of limbs" una cascata di acqua ghiacciata è stato Ed O'Brien, che nel corso di una chiacchierata con l'emittente radiofonica inglese BBC6 ha fatto sapere come non sia previsto nessun seguito a breve dell'ultima fatica in studio dei Radiohead: "'The butcher' viene direttamente dalla session di 'The king of limbs', mentre 'Supercollider' è stata registrata durante le ultime fasi prima della pubblicazione del disco", ha detto il chitarrista, rispondendo alle domande sui due brani inediti che - inseriti in una speciale edizione in vinile che verrà pubblicata in occasione del prossimo Record Store Day - avevano lasciato presagire che qualcosa, nel quartier generale di Thom Yorke e soci, si stesse muovendo molto rapidamente. O'Brien ha voluto fare chiarezza anche sulla durata relativamente breve (otto canzoni per circa una quarantina di minuti) di "The king of limbs", altro aspetto che aveva acceso le fantasie dei fan più avvezzi alle speculazioni: "Quaranta minuti è il tempo che ci sembra più adatto ad un disco", ha riferito Ed, "E nella disposizione dei brani non c'è nessun messaggio subliminale che possa indurre a pensare ad un eventuale sequel: le canzoni le abbiamo messe seguendo quest'ordine perché era quello che ci piaceva di più".

http://www.rockol.it/news-233924/Radiohead,-parla-Ed-OBrien--Nessun-seguito-a-King-of-limbs
avatar
Delilah

Messaggi : 17979
Data d'iscrizione : 12.05.10
Età : 105
Località : Milano

http://www.accauno.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: I RADIOHEAD

Messaggio Da camila il Mer 22 Giu 2011, 21:50

i Radiohead si esibiranno dal vivo nel programma della BBC :Live from the Basament. Ospite speciale il batterista Clive Deamer.
nel video un anticipazione:Staircase,un inedito


avatar
camila
mengonella
mengonella

Messaggi : 9869
Data d'iscrizione : 13.05.10
Località : in giro per l'Italia

Tornare in alto Andare in basso

Re: I RADIOHEAD

Messaggio Da Ospite il Mer 22 Giu 2011, 22:06

Grazie!!! Bellissimo questo pezzo. Ma si sa quando si esibiranno?

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: I RADIOHEAD

Messaggio Da camila il Mer 22 Giu 2011, 22:12

@Lotus :il primo luglio,qualche notizia anche qui
I Radiohead lanciano il video di “Staircase” live From the Basement

I Radiohead hanno lanciato in rete un inedito dal titolo “Staircase“. Il brano non è stato incluso nella tracklist “The King of Limbs” pur essendo stato registrato durante le sessioni in studio dell’ultimo lavoro discografico.

Per la registrazione del brano la band inglese ha chiesto la collaborazione straordinaria del batterista Clive Deamer, già session man di artisti come Jeff Beck, Portishead, Roni Size e in passato è stato anche un membro degli Strange Sensation di Robert Plant.
Tom Yorke e soci, che non diminuiscono mai la voglia di fare sorprese ai propri fan, hanno lanciato in rete il video di “Staircase” come anticipo del programma della BBC in onda il 1 Lglio prossimo, Radiohead – The King of Limbs: Live From The Basement, che riprenderà la prima esibizione live dei Radiohead dall’uscita del disco.



http://www.melodicamente.com/radiohead-il-video-staircase-live-from-the-basement/
avatar
camila
mengonella
mengonella

Messaggi : 9869
Data d'iscrizione : 13.05.10
Località : in giro per l'Italia

Tornare in alto Andare in basso

Re: I RADIOHEAD

Messaggio Da Ospite il Mer 22 Giu 2011, 22:19

Camila, speriamo che mettano tutta la registrazione su YouTube grazie

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: I RADIOHEAD

Messaggio Da camila il Lun 27 Giu 2011, 12:26

Radiohead live a Glastonbury. Tutti i video

Venerdì 24 Giugno, i Radiohead sono saliti su un palco per la prima volta dopo la pubblicazione del loro ultimo album "The King of Limbs". La band di Oxford ha suonato al Park Stage, a partire dalle 21 ora italiana, di fronte a un pubblico in delirio. Inizialmente Thom Yorke e soci non figuravano nel cartellone della manifestazione ma, come sappiamo, dalla band ci si può aspettare di tutto. Per i Radiohead si tratta della quinta volta sul palco del celebre festival inglese. La prima volta fu nel 1997, quando presentarono per la prima volta dal vivo nientemeno che “Ok Computer“.

http://www.rollingstonemagazine.it/musica/notizie/radiohead-live-a-glastonbury-tutti-i-video/39988




i links per gli altri video disponibili

http://www.youtube.com/watch?v=1TpnLHudp8E&feature=player_embedded

http://www.youtube.com/watch?v=t6jxLsjGD7w&feature=player_embedded
avatar
camila
mengonella
mengonella

Messaggi : 9869
Data d'iscrizione : 13.05.10
Località : in giro per l'Italia

Tornare in alto Andare in basso

Re: I RADIOHEAD

Messaggio Da Ospite il Mer 29 Giu 2011, 04:25

Grazie mille Camila grazie

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: I RADIOHEAD

Messaggio Da Delilah il Mer 05 Ott 2011, 01:47

avatar
Delilah

Messaggi : 17979
Data d'iscrizione : 12.05.10
Età : 105
Località : Milano

http://www.accauno.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: I RADIOHEAD

Messaggio Da camila il Mer 16 Nov 2011, 14:11

I Radiohead il 3 luglio a Bologna
Unica data italiana per la band di Yorke


l gruppo torna nel nostro Paese dopo quattro anni: si esibirà in piazza Maggiore, risolti i problemi tecnici legati al palco e allo schermo della Cineteca. La capienza sarà di 10mila presenze, biglietti in vendita da dicembre

Se sarà un concerto "epocale", si vedrà. Ma il grande rock di qualità, questo è certo, torna a Bologna. Sono davvero i Radiohead la band scelta dal Comune per ripetere il memorabile concerto dei Clash del 1980 in Piazza Maggiore. La data fissata è quella di martedì 3 luglio, e sancirà il ritorno di Thom Yorke e soci in Italia dopo ben quattro anni di assenza. La tappa bolognese sarà l'unica data italiana del prossimo tour mondiale che prenderà il via a fine febbraio dagli Usa. Tutto è stato studiato da Palazzo D'Accursio, che ha curato le trattative assieme all'Estragon, affinché il concerto, a cavallo tra il festival "Il cinema ritrovato" e la rassegna "Il cinema sotto le stelle" non crei problemi alla Cineteca. Risolti tutti i problemi tecnici, legati proprio al palco e alla presenza delle attrezzature del cinema in piazza, manca quindi solo il via libera ufficiale.

Nel dettaglio i biglietti saranno in vendita a partire dal mese di dicembre, il prezzo è in via di definizione, ma di certo la capienza della piazza non potrà superare le 10mila presenze. La comunicazione ufficiale verrà data in concomitanza con l'annuncio che i Radiohead stessi diffonderanno di tutte le date del loro prossimo tour.

Dopo settimane di trattative, tenute per ovvie ragioni riservate (e non ancora del tutto concluse, ma siamo allo sprint finale), l'assessore alla cultura del Comune Alberto Ronchi è riuscito a mantenere la sua promessa. Subito a ridosso delle prime indiscrezioni, l'assessore aveva infatti espresso tutta la sua perplessità riguardo la riuscita del maxi concerto. Si è trattato probabilmente di un "depistaggio", per attenuare le tante voci che davano proprio i Radiohead come gruppo prescelto. In realtà le trattative non hanno mai subito un'interruzione. Anzi, sembra sia stata proprio la band a insistere per suonare sul Crescentone, dopo una visita lampo a fine estate del loro manager, rimasto affascinato dalla bellezza della piazza.

La band di Oxford, da molti anni ormai, sceglie con molta cura i luoghi dove esibirsi, privilegiando arene o piazze storiche (nel 2003, ad esempio, suonarono in Piazza Castello a Ferrara). La scaletta dei brani del tour è tutta da scoprire, ma è assai probabile che i Radiohead sceglieranno molte canzoni dall'ultimo album "The King of the Limbs", uscito a febbraio di quest'anno e poco suonato dal vivo, oltre ai grandi classici tratti da "Ok Computer" e "Kid A". E poi, non è per nulla da escludere che la band possa suonare dal vivo alcune nuove canzoni inedite. Lo stesso Tom Yorke, leader storico e cantante della band, ha infatti raccontato in una recente intervista, che i Radiohead prima di partire per il tour si chiuderanno in studio, tra gennaio e febbraio, per incidere alcuni pezzi del loro prossimo nuovo album.


(16 novembre 2011)

http://bologna.repubblica.it/cronaca/2011/11/16/news/i_radiohead_hanno_detto_s_il_3_luglio_concerto_a_bologna-25086172/
avatar
camila
mengonella
mengonella

Messaggi : 9869
Data d'iscrizione : 13.05.10
Località : in giro per l'Italia

Tornare in alto Andare in basso

Re: I RADIOHEAD

Messaggio Da camila il Mar 28 Feb 2012, 12:48


Nella prima data del nuovo tour ,a Miami,i Radiohead hanno proposto due inediti

Cut a hole

avatar
camila
mengonella
mengonella

Messaggi : 9869
Data d'iscrizione : 13.05.10
Località : in giro per l'Italia

Tornare in alto Andare in basso

Re: I RADIOHEAD

Messaggio Da camila il Lun 16 Apr 2012, 12:21

I Radiohead live al Coachella festival









Spoiler:
1. Bloom (1:05)
2. 15 Step (7:30)
3. Weird Fishes/Arpeggi (11:40)
4. Morning Mr Magpie (17:25)
5. Staircase (22:40)
6. The Gloaming (27:20)
7. Pyramid Song (31:10)
8. Daily Mail (36:30)
9. Myxomatosis (40:15)
10. Karma Police (45:15)
11. Identikit (50:30)
12. Lotus Flower (54:30)
13. There There (59:55)
14. Bodysnatchers (1:05:40)
15. Idioteque (1:10:00)

Encore 1

16. Lucky (1:17:20)
17. Reckoner (1:21:50)
18. After the Gold Rush intro, Everything In Its Right Place (1:27:25)

Encore 2

19. Give Up the Ghost (1:37:20)
20. Paranoid Android (1:43:04)
avatar
camila
mengonella
mengonella

Messaggi : 9869
Data d'iscrizione : 13.05.10
Località : in giro per l'Italia

Tornare in alto Andare in basso

Re: I RADIOHEAD

Messaggio Da nerina il Gio 21 Giu 2012, 21:29

http://www.repubblica.it/spettacoli-e-cultura/2012/06/21/news/radiohead_ora_ufficiale_rimandati_i_concerti_italiani-37681709/?ref=HRERO-1

Radiohead, svanisce l'estate italiana
Concerti rimandati: "Il 27 giugno le nuove date"
Dopo il tam tam su siti e social network, un comunicato ufficiale della band conferma la notizia. Alla base, il crollo della struttura del palco a Toronto: la morte del tecnico Scott Johnson, devastato l'impianto luci e un'attrezzatura difficile da rimpiazzare. Assieme a quelli di Roma, Firenze, Bologna e Codroipo (Udine), saltano anche due concerti a Berlino e la prima data in Francia
di PAOLO GALLORI

ROMA -Con un tweet e un comunicato sul sito ufficiale, i Radiohead hanno annunciato la decisione di posticipare i concerti italiani di Roma, Firenze, Bologna e Codroipo (Udine). La notizia ha iniziato a circolare in mattinata 1, priva di ufficilità e di conferme da parte dei promoter e degli uffici stampa coinvolti. Per ore, i social network hanno registrato il crescente allarme dei fan, quando ai concerti mancava ormai poco più di una settimana.

I Radiohead erano attesissimi: l'ultima loro apparizione in Italia risale all'estate del 2003, quando si erano esibiti al Lazzaretto di Bergamo, in Piazzale Michelangelo di Firenze e in Piazza Castello di Ferrara. Nel 2000 avevano suonato in piazza Santa Croce a Firenze e a Villa Reale a Monza, nel 2001 all'Arena di Verona. Prima di allora, avevano partecipato solo al Concerto del Primo Maggio in piazza San Giovanni a Roma nel 1995.

Per questo, gli appassionati erano pronti a partire da tutta Italia. E invece hanno trascorso l'intera giornata attanagliati dalla prospettiva di dover disdire voli, treni, aerei, alberghi. Hanno atteso invano una smentita. E' arrivata, invece, la conferma che era tutto vero, attraverso una nota ufficiale del gruppo inglese. Segnalata da un tweet poco dopo le ore 20.

"Come probabilmente saprete, la struttura sovrastante il palco è collassata prima del nostro concerto a Toronto 3, uccidendo il membro della crew Scott Johnson - spiega il comunicato su Radiohead.com -. Il crollo ha devastato il light show. Un light show unico, occorreranno molte settimane per sostituirlo. Il crollo, inoltre ha causato danni molto seri ad alcuni componenti vecchi di decenni e quindi difficili da rimpiazzare. Mentre tutti noi siamo alle prese con il cordoglio e lo shock conseguente al terribile incidente, esistono molte altre considerazioni pratiche con cui confrontarsi. Di conseguenza, dobbiamo provare a riprogrammare i seguenti concerti:

30 giugno Ippodromo delle Capannelle Roma
1 luglio 1 Firenze Parco delle Cascine
3 luglio Bologna Arena Parco Nord
4 luglio Codroipo (Udine) Villa Manin
6 luglio Berlino - Wulheide
7 Luglio Berlino - Wulhedie
9 luglio St Triphon Carriere des Andonces (Francia)

Il nostro obiettivo è di annunciare le nuove date per questi concerti mercoledi 27 giugno e forniremo anche le informazioni su come ottenere il rimborso dei biglietti nel caso non possiate venire al concerto nelle nuove date. Torneremo a suonare dal vivo a Les Arenes Nimes (Francia), al Bilbao BBK festival (Spagna) e al Lisbon Optimus Alive festival (Portogallo). Faremo ogni sforzo per offrire ai fans il migliore spettacolo viste le circostanze. Grazie per la comprensione e il sostegno".

Con queste parole, dunque, Thom Yorke e compagni hanno rimandato l'appuntamento con il loro pubblico italiano. Ponendo fine anche alla lunga e affannosa rincorsa dei media verso la verità. Per molte ore, mentre la notizia già impazzava su Twitter e Facebook, il sito di Ticketone ha continuato a tenere aperta la prevendita del concerto di Bologna, spostato da Piazza Maggiore all'Arena Parco Nord dopo il terremoto che ha colpito l'Emilia. "Noi non abbiamo altre disposizioni" il commento dall'agenzia di prevendita online.

Evidentemente presi d'assalto dai cronisti, anche gli organizzatori delle quattro date e gli uffici stampa rispondevano allo stesso modo: nessuno ne sapeva nulla. O meglio, nessuno poteva dichiarare alcunché, se non il management dei Radiohead in prima persona. La sensazione è che il disastro di Toronto avesse preparato tutti al peggio. Ed il peggio è arrivato.
(21 giugno 2012)
avatar
nerina
mengonella
mengonella

Messaggi : 4095
Data d'iscrizione : 13.05.10
Località : a sud

Tornare in alto Andare in basso

Re: I RADIOHEAD

Messaggio Da camila il Ven 30 Nov 2012, 15:43

Per la seconda volta i fan dei Radiohead hanno deciso di realizzare un DVD con le immagini di un concerto della band: ’stavolta si tratta del live alla Roseland Ballroom di New York del 29 settembre del 2011. Videocamere amatoriali, tanti angolazioni diverse per altrettanti ’sguardi’ sulla performance, tutto montato insieme in un DVD, autorizzato dai Radiohead e in download gratuito via .torrent a questo indirizzo.
Unica richiesta economica (ma non obbligatoria) degli autori, quella di devolvere denaro al Haiti Earthquake fund, al Hurricane Sandy Relief o a Medici senza frontiere. Dopo il salto trovate il concerto in streaming e la scaletta completa del live.








http://www.soundsblog.it/post/80055/radiohead-scarica-gratis-il-dvd-del-concerto-alla-roseland-ballroom-di-new-york

avatar
camila
mengonella
mengonella

Messaggi : 9869
Data d'iscrizione : 13.05.10
Località : in giro per l'Italia

Tornare in alto Andare in basso

Re: I RADIOHEAD

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 :: ARTI :: Musica :: Artisti

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum