Mika (Michael Holbrook Penniman Jr.)

 :: ARTI :: Musica :: Artisti

Pagina 8 di 8 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Mika (Michael Holbrook Penniman Jr.)

Messaggio Da Therese il Gio 23 Lug 2015, 10:46

Dai Veronica!!
avatar
Therese
mengonella
mengonella

Messaggi : 12739
Data d'iscrizione : 13.05.10
Età : 44
Località : Belleville

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mika (Michael Holbrook Penniman Jr.)

Messaggio Da veronica il Ven 24 Lug 2015, 17:10


posto ugualmente alcune foto del concerto di taormina  sereno sereno
avatar
veronica
mengonella
mengonella

Messaggi : 3079
Data d'iscrizione : 25.04.13
Età : 37
Località : messina

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mika (Michael Holbrook Penniman Jr.)

Messaggio Da veronica il Ven 24 Lug 2015, 17:11

avatar
veronica
mengonella
mengonella

Messaggi : 3079
Data d'iscrizione : 25.04.13
Età : 37
Località : messina

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mika (Michael Holbrook Penniman Jr.)

Messaggio Da veronica il Ven 24 Lug 2015, 17:13


il palco era pieno di girasoli e al centro solo il pianoforte  sisi  ha detto che preferisce la scenografia "essenziale"   sisi
avatar
veronica
mengonella
mengonella

Messaggi : 3079
Data d'iscrizione : 25.04.13
Età : 37
Località : messina

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mika (Michael Holbrook Penniman Jr.)

Messaggio Da veronica il Ven 24 Lug 2015, 17:17

avatar
veronica
mengonella
mengonella

Messaggi : 3079
Data d'iscrizione : 25.04.13
Età : 37
Località : messina

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mika (Michael Holbrook Penniman Jr.)

Messaggio Da Therese il Lun 27 Lug 2015, 13:52

Un bellissimo concerto da quel che leggo, con un Mika emozionante ed emozionato...

Da R.it PALERMO http://palco-reale-palermo.blogautore.repubblica.it/2015/07/24/mika-a-taormina-il-successo-del-falsetto-del-terzo-millennio/

....la sua musica è elegante e coinvolgente, espressione di quel pop glamour che nasce dall’ironia, dal gusto di non prendersi sul serio. Ed è per questo che finisce inevitabilmente per fare simpatia. Ma c’è tanto altro. Soprattutto, una voce che, senza timore, porta il falsetto sulle montagne russe: tra rapide ascese e vertiginosi precipizi. In assoluta sicurezza, cioè senza stecche. Prima dei bis e dei saluti arriva l’omaggio all’Isola con un’adorabile storpiatura dell’antica poesia popolare “Sicilia”, quella che inizia con: “Un jornu ca Diu Patri era ****entu e passiava ‘n cielu…”. Uno spasso ascoltarla da lui. Poco prima, per dimostrare quanto tenesse a uscire dagli schemi del tour e a rendere questa serata unica, aveva strappato la scaletta sistemata sul suo pianoforte per mettersi a improvvisare....



avatar
Therese
mengonella
mengonella

Messaggi : 12739
Data d'iscrizione : 13.05.10
Età : 44
Località : Belleville

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mika (Michael Holbrook Penniman Jr.)

Messaggio Da Therese il Mer 12 Ago 2015, 10:16

Avrete letto in giro per la rete che il manifesto del concerto di Mika a Firenze è stato imbrattato con insulti omofobi. Mika x tutta risposta ha usato quella foto come sfondo dei suoi profili social e ha dato il via ad una catena di solidarietà. Migliaia di post e messaggi di colleghi e fan da tutto il mondo #rompiamoilsilenzio
Questo è il suo articolo sul Corriere della sera, davvero toccante.

Quando ho visto su Instagram la foto del poster di Firenze, con la mia faccia imbrattata, mi sono sentito triste, umiliato. Il primo istinto è stato: non dire niente a nessuno, non reagire. Sono in tour, posso girarmi dall’altra parte, esibirmi e stare bene. Spingere lontano gli insulti.
Ma i fan hanno iniziato a parlarne, gli amici a scrivermi messaggi. E mi sono reso conto che la mia prima reazione era ancora quella di un tempo, quella di una persona molto giovane che si sentiva impotente. A scuola ero così, inerme. Se allora avessi reagito mi avrebbero picchiato e non avrei ottenuto altro che tornare a casa con un livido in faccia. So che cos’è il bullismo, mi venivano addosso. Per razzismo, per il fatto che mia madre era grassa o perché in quel periodo avevamo problemi di soldi. Soprattutto, l’80% delle volte, per la mia sessualità. Prima ancora che io fossi consapevole della mia sessualità.
Quando da bambino ti attaccano pensi che non puoi reagire, perché se reagisci quelle cose diventano ancora più grandi — diventano una montagna. Da piccolo la mia rivalsa è sempre stata lenta, riflessa, spalmata su tempi lunghi. Cercavo di spostare lo sguardo dalla mia condizione, mi concentravo sul futuro.

Messo di fronte a quel poster mi sono sentito di nuovo come quel ragazzo. E la mia risposta istintiva è stata leccarmi le ferite, chiudere gli occhi, proiettarmi in avanti. È un riflesso automatico, lo stesso che prende la maggior parte delle persone che sono state vittime dei bulli: girati, tieniti dentro tutto.
Poi ho capito. È una delle poche volte nella mia vita in cui sono stato costretto a scegliere il confronto diretto su bullismo e omofobia, mi sono reso conto di quanto le cose siano cambiate, di quanto io sia cambiato. È stato per la reazione delle persone sui social network, per i miei amici e, devo ammettere, per i miei compagni di lavoro. Alcuni tra loro sono gay e sono rimasti feriti, perché sono legati a quello che faccio tutti i giorni: si sono sentiti come se fossero stati insultati in prima persona.
Mi sono reso conto che c’era sì la mia risposta automatica, per via di quello che ho subito e i vecchi meccanismi di difesa, ma che adesso io sono in una posizione di privilegio: sono in tour, sono libero e sono circondato da persone libere, ho il mio mondo per fare quello in cui credo e suscitare tolleranza attraverso la musica, i miei concerti. È un lusso, enorme.
Rifiutando di riconoscere gli insulti, avrei commesso un errore: avrei dimenticato il tredicenne che sono stato e avrei fatto male alle persone che non hanno quel lusso e quel privilegio. Io posso salire sul palco. Ma quando sei implume e quella parola ti riguarda, se vedi quel manifesto ma non trovi una risposta che ti faccia da scudo, allora per te significa che ti hanno abbandonato. Perdi le speranze e ti ritrovi ancora più debole. Non potevo permetterlo, proprio per le cose che sono cambiate nella mia vita: avrei lasciato solo me stesso e un sacco di altre persone. Non importa se hai 14 o 64 anni, quando vedi una cosa del genere la reazione è la stessa, perché ti tocca.
È il motivo per il quale ho deciso di mettere quell’immagine come foto del mio profilo su Twitter e Instagram. Era esattamente quello che mi avrebbe spaventato a 13 anni. Allora non avrei avuto il coraggio, non potevo averlo. Ho fatto l’opposto di quanto avrei fatto a scuola.
Per tutta la vita mi hanno chiamato così: io usavo quegli insulti, li trasformavo in musica, li mettevo nei miei disegni. Per la prima volta, sabato scorso, mi sono detto: perché non tirarli fuori e farne una bandiera da tenere alta sopra le teste di quelli che scrivono, che pensano così. Era la grandezza di Oscar Wilde: prendeva le ipocrisie e le buttava in faccia alla gente, a volte non c’è nulla di più appropriato dei gesti inappropriati! Per questo Wilde è uno dei miei Good Guys.
Avrei potuto scrivere cinquemila parole, mandarli a quel Paese, dire che non sarei mai tornato a Firenze (ma non per come sono io: io amo Firenze!), buttar giù uno sfogo paragonando l’omofobia al sessismo e al maschilismo. Ma con quella «dichiarazione visiva», con quel graffito diventato bandiera, ho fatto tutto questo senza essere violento o aggressivo, senza perdermi in prediche. Ed è stato bello vedere come un’immagine possa rivelarsi potente. Anche per mia mamma. Non ha detto molto, ma si è specchiata in questo episodio, perché da ragazza ha attraversato un periodo difficile. Lei non è mai stata risarcita per quello che ha passato: questa è stata una specie di compensazione ed è arrivata attraverso uno dei suoi figli. Mi ha guardato, ha stretto gli occhi, mi ha sorriso come qualcuno che finalmente trova pace.
La cosa più complicata adesso ècapire come andare oltre quell’immagine, proprio per la sua forza. Un gruppo di persone ha voluto replicare il mio gesto: ha preso quella scritta, ci ha messo sotto la sua foto, ha aggiunto lo slogan «ti rompo il silenzio». Facebook ha bloccato i loro profili per 30 ore: è la dimostrazione di quanto quel termine sia ancora sensibile, duro. E dunque: se ti offendono, è giusto trasformare un insulto — che un insulto resta — in una bandiera? Sì, finché questo provoca una discussione costruttiva, finché aiuta le persone a riflettere su come un epiteto malpensato e superficiale possa far sentire gli altri.Ma quella parola è comunque una ferita. È ancora molto forte, ha un sacco di implicazioni negative e può fare male. Non accettiamola come una parola normale. Ma non facciamo più finta che non esista: sarebbe molto più pericoloso.
avatar
Therese
mengonella
mengonella

Messaggi : 12739
Data d'iscrizione : 13.05.10
Età : 44
Località : Belleville

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mika (Michael Holbrook Penniman Jr.)

Messaggio Da M&M il Mer 12 Ago 2015, 12:44

@Therese
L'ho letto sulla sua pagina fb... 
Avevo già partecipato all'iniziativa #rompiamoilsilenzio ...
Siamo lontani dal rispetto degli esseri umani... Mooolto lontani triste
avatar
M&M
mengonella
mengonella

Messaggi : 6536
Data d'iscrizione : 31.12.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mika (Michael Holbrook Penniman Jr.)

Messaggio Da Arianna il Gio 13 Ago 2015, 00:19

@Therese che tristezza 
siamo molto lontani, hai ragione M&M  triste
me ne rendo conto ogni volta che sento discorsi assurdi di ragazzi giovanissimi.
I ragazzi sanno essere crudeli, a volte, spietati.
Posso provare ad immaginare le sofferenze di un ragazzino che subisce, so cos'è il bullismo, ho avuto tanti studenti coi pantaloni rosa, tanto per citare il  bellissimo intro di esseri umani.
Quest'anno mi è capitato l'ennesimo episodio, in un momento in cui ero particolarmente intollerante.
Insulti, beceri, di ragazzi ottusi. Ho cercato di restare calma, mi riesce difficile in queste occasioni, purtroppo.
Non ho detto una parola...ho solo riempito la lavagna di nomi.
Nomi di grandi artisti, i più grandi, da Leonardo a Bacon, Warhol, Basquiat, Pasolini, Wilde...non  mi sono fermata finchè sulla lavagna non è rimasto un centimetro di spazio.
Ho voltato le spalle alla classe e sono uscita senza guardarli, chiudendo la porta dietro di me, con un nodo alla gola.
Quel giorno la mia lezione è finita lì, li ho lasciati soli davanti ad una lavagna piena di nomi.
La mia rabbia è rimasta dentro di me...silenziosa.
Chissà se qualcuno si è accorto che avevo gli occhi lucidi, come adesso.
Nessuno in quella classe si è più azzardato, almeno in mia presenza, ad usare quel termine.
Spero lo facciano nella vita, fuori dalla scuola, quando saranno adulti e avranno dei figli.
Spero ricordino quella lavagna, e quella matta della prof. che gli ha voltato le spalle e li ha lasciati soli.
avatar
Arianna
mengonella
mengonella

Messaggi : 4929
Data d'iscrizione : 13.01.13
Età : 58

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mika (Michael Holbrook Penniman Jr.)

Messaggio Da Therese il Gio 13 Ago 2015, 17:14

La cosa è nata davvero per caso, lo ha raccontato l autore della foto che mai più si spettava che quella foto avrebbe fatto il giro del mondo .
E' un ragazzo fiorentino che stava andando a lavorare e si e' imbattuto in quel manifesto imbrattato. Non è un fan di Mika, ma ci rimane male e resta colpito dalla violenza dell immagine. E' gay, sa cosa vuol dire. Scatta la foto e la pubblica, perché non passi sotto silenzio.
I fan di Mika la notano subito e discutono se non sia meglio eliminarla e lasciar perdere. Ma dopo poco tempo è lo stesso Mika che decide il da farsi.
In questo momento il suo fan club è impegnatissimo a tradurre il suo articolo in tutte le lingue. La versione in Koreano è pronta, si sta lavorando a quella in Vietnamita. Una ragazza araba sta cercando di diffonderlo anche nel suo paese, dove per i gay c'è la pena di morte.
A volte questi social network a qualcosa servono. sisi
avatar
Therese
mengonella
mengonella

Messaggi : 12739
Data d'iscrizione : 13.05.10
Età : 44
Località : Belleville

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mika (Michael Holbrook Penniman Jr.)

Messaggio Da M&M il Gio 13 Ago 2015, 21:18

@Arianna ha scritto:@Therese che tristezza 
siamo molto lontani, hai ragione M&M  triste
me ne rendo conto ogni volta che sento discorsi assurdi di ragazzi giovanissimi.
I ragazzi sanno essere crudeli, a volte, spietati.
Posso provare ad immaginare le sofferenze di un ragazzino che subisce, so cos'è il bullismo, ho avuto tanti studenti coi pantaloni rosa, tanto per citare il  bellissimo intro di esseri umani.
Quest'anno mi è capitato l'ennesimo episodio, in un momento in cui ero particolarmente intollerante.
Insulti, beceri, di ragazzi ottusi. Ho cercato di restare calma, mi riesce difficile in queste occasioni, purtroppo.
Non ho detto una parola...ho solo riempito la lavagna di nomi.
Nomi di grandi artisti, i più grandi, da Leonardo a Bacon, Warhol, Basquiat, Pasolini, Wilde...non  mi sono fermata finchè sulla lavagna non è rimasto un centimetro di spazio.
Ho voltato le spalle alla classe e sono uscita senza guardarli, chiudendo la porta dietro di me, con un nodo alla gola.
Quel giorno la mia lezione è finita lì, li ho lasciati soli davanti ad una lavagna piena di nomi.
La mia rabbia è rimasta dentro di me...silenziosa.
Chissà se qualcuno si è accorto che avevo gli occhi lucidi, come adesso.
Nessuno in quella classe si è più azzardato, almeno in mia presenza, ad usare quel termine.
Spero lo facciano nella vita, fuori dalla scuola, quando saranno adulti e avranno dei figli.
Spero ricordino quella lavagna, e quella matta della prof. che gli ha voltato le spalle e li ha lasciati soli.


pianto amici
Quando leggevo la lettera di Mika ho tanto pianto!
Non sono pratica perché non ho figli e la mia adolescenza è lontana, ma non oso neanche immaginare il dolore che possa provare chi è oggetto di bullismo in generale, figuriamoci poi per questioni sessuali....
Sei stata grande! Il tuo gesto li avrà colpiti più di un predicozzo secondo me.... Anche se non tutti magari hai tolto dalla lista dei futuri deficienti qualche ragazzo/a.
avatar
M&M
mengonella
mengonella

Messaggi : 6536
Data d'iscrizione : 31.12.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mika (Michael Holbrook Penniman Jr.)

Messaggio Da M&M il Gio 13 Ago 2015, 21:23

@Therese ha scritto:La cosa è nata davvero per caso, lo ha raccontato l autore della foto che mai più si spettava che quella foto avrebbe fatto il giro del mondo .
E' un ragazzo fiorentino che stava andando a lavorare e si e' imbattuto in quel manifesto imbrattato. Non è un fan di Mika, ma ci rimane male e resta colpito dalla violenza dell immagine. E' gay, sa cosa vuol dire. Scatta la foto e la pubblica, perché non passi sotto silenzio.
I fan di Mika la notano subito e discutono se non sia meglio eliminarla e lasciar perdere. Ma dopo poco tempo è lo stesso Mika che decide il da farsi.
In questo momento il suo fan club è impegnatissimo a tradurre il suo articolo in tutte le lingue. La versione in Koreano è pronta, si sta lavorando a quella in Vietnamita. Una ragazza araba sta cercando di diffonderlo anche nel suo paese, dove per i gay c'è la pena di morte.
A volte questi social network a qualcosa servono. sisi

Io avevo notato che la cosa era "spontanea" ... Immaginavo il dolore di Mika o, perché no, il suo disinteresse... In fondo se lo poteva permettere (come poi lui stesso ha scritto). Trovo che abbia fatto bene ad amplificare la cosa nel modo in cui lo ha fatto... Ho partecipato volentieri sui social a questa iniziativa... Loro sono in una posizione di forza e possono aiutare tanti che non hanno voce...

Grande Mika
avatar
M&M
mengonella
mengonella

Messaggi : 6536
Data d'iscrizione : 31.12.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mika (Michael Holbrook Penniman Jr.)

Messaggio Da Riala il Ven 14 Ago 2015, 16:50

gruppo
avatar
Riala
mengonella
mengonella

Messaggi : 5751
Data d'iscrizione : 13.05.10
Età : 46

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mika (Michael Holbrook Penniman Jr.)

Messaggio Da veronica il Mar 18 Ago 2015, 13:09


     bacio bacio  vivamika vivamika vivamika vivamika  vivamika  abbraccio  Auguri 
avatar
veronica
mengonella
mengonella

Messaggi : 3079
Data d'iscrizione : 25.04.13
Età : 37
Località : messina

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mika (Michael Holbrook Penniman Jr.)

Messaggio Da Therese il Gio 01 Ott 2015, 20:21

Fra i fan di Mika c'è una nostra conoscenza....la mitica Pina Pichetti era presente al concerto di Mika a Roma e ha filmato tutto il concerto...e ovviamente...i video sono fantastici!!!!!!!

Se vi interessa, ecco la playlist completa...


https://www.youtube.com/playlist?list=PLx8UukV2fidCSqCt6it2Q1xpyXHJ0OBw9



avatar
Therese
mengonella
mengonella

Messaggi : 12739
Data d'iscrizione : 13.05.10
Età : 44
Località : Belleville

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mika (Michael Holbrook Penniman Jr.)

Messaggio Da ziggy il Gio 01 Ott 2015, 21:16

grazie @Therese bacio  appena posso lo guardo sicuramente ok  

p.s. certo che la mitica Pina non se ne perde uno ... risata  ed è sempre una garanzia evvai
avatar
ziggy
mengonella
mengonella

Messaggi : 3929
Data d'iscrizione : 20.05.10
Località : roma

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mika (Michael Holbrook Penniman Jr.)

Messaggio Da Cristy il Gio 01 Ott 2015, 21:19

Ah...comunque ieri sera al concerto di Firenze c'era tra il pubblico la mitica greca delle audizioni di XFactor! risata risata risata
Un tipo assurdo anche dal vivo! risata
avatar
Cristy
mengonella
mengonella

Messaggi : 5560
Data d'iscrizione : 20.05.12
Età : 42
Località : Firenze

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mika (Michael Holbrook Penniman Jr.)

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 8 di 8 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 :: ARTI :: Musica :: Artisti

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum