Chiedi chi erano i BEATLES

 :: ARTI :: Musica :: Artisti

Pagina 1 di 14 1, 2, 3 ... 7 ... 14  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Chiedi chi erano i BEATLES

Messaggio Da EffeCi il Sab 15 Mag 2010, 21:57

Riprendo qui il filo interrotto del nostro thread sui Beatles. Magari riportiamo qualche "quote" della discussione già iniziata, che ci piaceva tanto. Vero Joe?


Comincio, però, non dai Beatles in senso stretto, ma da Paul Mc Cartney già in periodo Wings.

Dalla provocazione di Pancaspe e dal tour che sta facendo Marco Mengoni.

Insomma, da LIVE AND LET DIE.






Finché si scherza, ok, ma ora facciamo sul serio. PAUL MC CARTNEY E' LA MUSICA.
avatar
EffeCi
mengonella
mengonella

Messaggi : 6617
Data d'iscrizione : 13.05.10
Età : 54
Località : Bologna

Tornare in alto Andare in basso

Re: Chiedi chi erano i BEATLES

Messaggio Da Ospite il Sab 15 Mag 2010, 21:58

grazie Effeci!!!ci stavo pensando oggi pomeriggio di aprire il thread sui beat anche qui...
ps - adoro il tuo avatar....

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Chiedi chi erano i BEATLES

Messaggio Da EffeCi il Sab 15 Mag 2010, 22:02

anny_skod ha scritto:grazie Effeci!!!ci stavo pensando oggi pomeriggio di aprire il thread sui beat anche qui...
ps - adoro il tuo avatar....

A me piace un sacco il tuo.
avatar
EffeCi
mengonella
mengonella

Messaggi : 6617
Data d'iscrizione : 13.05.10
Età : 54
Località : Bologna

Tornare in alto Andare in basso

Re: Chiedi chi erano i BEATLES

Messaggio Da Ospite il Sab 15 Mag 2010, 22:06

Strawberry Fields ha scritto:"Durante la
prossima canzone, voi seduti nei posti più economici battete le mani,
per gli altri è sufficiente far tintinnare i gioielli."
(John Lennon alla Royal Variety Performance)

"George Martin è diventato sordo da un orecchio, ora può lavorare solo in mono"
(Ringo Starr)

"Vedevamo già tra tutte quelle francesine, ooh, là là, e cose del
genere, ma il pubblico, almeno la prima sera, era tutto di vecchietti
in smoking. e un gruppo di ragazzi dall'aspetto vagamente gay stava
aggrappato alla porta del palco gridando: 'Ringooo Ringoo'. Non abbiamo
visto nessuna delle Brigitte Bardot che ci aspettavamo.
(George Harrison dopo il tour francese)

"Sua maestà è una ragazza molto piacevole, ma non ha molto da dire..."
(Paul McCartney)

"La chitarra va bene, John, ma non ti darà certo di che vivere."
(Mimi, zia di John Lennon)

"Mi era giunta voce che una giovane artista stava per allestire una
mostra...C'era tra le altre cose, una mela in vendita per 200 sterline;
ho trovato che fosse geniale: pagare 200 sterline per assistere alla
decomposizione lenta di una mela."
(John Lennon)

"In America non hanno le gelatine di frutta morbide, ma ne hanno di
dure come proiettili. Alcuni quotidiani avevano tirato fuori una
vecchia storia che avevamo dimenticato di quando John una volta disse
che io avevo mangiato tutte le sue gelatine alla frutta: ovunque
andassimo i fans gliele tiravano addosso...e non erano morbide."
(George Harrison)

"Signora, noi moriamo di fame e ci hanno detto che non si può mangiare finchè lei non se ne va."
(
George Harrison alla Principessa Margaret durante una serata di gala)

"Mi piace molto Beethoven, specie i suoi quadri."
(Ringo
)

Giornalista: "Cosa ne pensate della campagna in atto a Detroit per
distruggervi?" George Harrison "Stiamo conducendo una campagna per
eliminare Detroit"


"Quando tutti cominciarono ad analizzare le canzoni dei Beatles, io non capivo come facessero a trovarci tutte quelle cose"
(Ringo)

"Abbiamo sempre fatto delle cose strane nei dischi. In Girl facevamo un
sottofondo che faceva 'tit-tit-tit-tit' e nessuno lo ha mai notato"
(John)

"Mentre sono in macchina a volte chiudo gli occhi e medito, tanto è il mio autista a guidare"
(Ringo)

"Le voci sulla mia morte sono oltremodo esagerate.
Comunque, se fossi morto, sarei stato sicuramente l'ultimo a saperlo"
(Paul)

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Chiedi chi erano i BEATLES

Messaggio Da Ospite il Sab 15 Mag 2010, 22:18

Grazie per il topic e la canzone.
Ti stupirò dicendoti che non sapevo che Paul avesse fatto parte di un'altra band dopo gli scarafaggi.
Nessuno mi ha mai parlato dei Beatles ed io non ho mai chiesto, sembrava una di quelle conoscenze innate.
Solo negli ultimi cinque anni mi sono interessata meglio alla loro musica (e solo del quartetto, anche con John solista non vado oltre l'ovvio).
Insomma, sono una tabula rasa.

Live and Let Die mi sa che non mi piace, però la preferisco in questa versione: la parte col coro è meno irritante.
Le darò altre possibilità, te lo prometto

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Chiedi chi erano i BEATLES

Messaggio Da Ospite il Sab 15 Mag 2010, 22:20

La band era di Paul. La fondo' insieme alla defunta sig.ra McCartney.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Chiedi chi erano i BEATLES

Messaggio Da Ospite il Sab 15 Mag 2010, 22:22

Suonava e cantava anche Linda?

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Chiedi chi erano i BEATLES

Messaggio Da Ospite il Sab 15 Mag 2010, 22:23

Pancaspe ha scritto:Suonava e cantava anche Linda?

Yes

http://it.wikipedia.org/wiki/Wings_%28gruppo_musicale%29

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Chiedi chi erano i BEATLES

Messaggio Da Ospite il Sab 15 Mag 2010, 22:24

grazie

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Chiedi chi erano i BEATLES

Messaggio Da Ospite il Sab 15 Mag 2010, 22:24

Pancaspe ha scritto:Grazie per il topic e la canzone.
Ti stupirò dicendoti che non sapevo che Paul avesse fatto parte di un'altra band dopo gli scarafaggi.
Nessuno mi ha mai parlato dei Beatles ed io non ho mai chiesto, sembrava una di quelle conoscenze innate.
Solo negli ultimi cinque anni mi sono interessata meglio alla loro musica (e solo del quartetto, anche con John solista non vado oltre l'ovvio).
Insomma, sono una tabula rasa.

Live and Let Die mi sa che non mi piace, però la preferisco in questa versione: la parte col coro è meno irritante.
Le darò altre possibilità, te lo prometto

alura

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Chiedi chi erano i BEATLES

Messaggio Da EffeCi il Sab 15 Mag 2010, 22:24

Qui urge intervento di Joe. Dobbiamo difendere Paul.
avatar
EffeCi
mengonella
mengonella

Messaggi : 6617
Data d'iscrizione : 13.05.10
Età : 54
Località : Bologna

Tornare in alto Andare in basso

Re: Chiedi chi erano i BEATLES

Messaggio Da EffeCi il Sab 15 Mag 2010, 22:25

Joe ha scritto:
Pancaspe ha scritto:Grazie per il topic e la canzone.
Ti stupirò dicendoti che non sapevo che Paul avesse fatto parte di un'altra band dopo gli scarafaggi.
Nessuno mi ha mai parlato dei Beatles ed io non ho mai chiesto, sembrava una di quelle conoscenze innate.
Solo negli ultimi cinque anni mi sono interessata meglio alla loro musica (e solo del quartetto, anche con John solista non vado oltre l'ovvio).
Insomma, sono una tabula rasa.

Live and Let Die mi sa che non mi piace, però la preferisco in questa versione: la parte col coro è meno irritante.
Le darò altre possibilità, te lo prometto

alura

Bravo Joe!!!!
avatar
EffeCi
mengonella
mengonella

Messaggi : 6617
Data d'iscrizione : 13.05.10
Età : 54
Località : Bologna

Tornare in alto Andare in basso

Re: Chiedi chi erano i BEATLES

Messaggio Da Ospite il Sab 15 Mag 2010, 22:26

Difenderlo dalla mia ignoranza? Fate pure, mi metto comoda

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Chiedi chi erano i BEATLES

Messaggio Da Ospite il Sab 15 Mag 2010, 22:28

Effe .. riprendiamo il filo interrotto? Oppure si possono ripostare i topic che avevamo già inserito?
Volevo inserire i video di "Mistero"

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Chiedi chi erano i BEATLES

Messaggio Da EffeCi il Sab 15 Mag 2010, 22:31

Strawberry Fields ha scritto:Effe .. riprendiamo il filo interrotto? Oppure si possono ripostare i topic che avevamo già inserito?
Volevo inserire i video di "Mistero"

Fai pure Straw!

Dobbiamo divulgare il verbo beatlesiano in tutti i luoghi e in tutti i laghi. E' una missione.
Anche se mi sa che il gruppo sia abbastanza conosciuto nel mondo...
avatar
EffeCi
mengonella
mengonella

Messaggi : 6617
Data d'iscrizione : 13.05.10
Età : 54
Località : Bologna

Tornare in alto Andare in basso

Re: Chiedi chi erano i BEATLES

Messaggio Da Ospite il Sab 15 Mag 2010, 22:32

[mention]Strawberry
Fields[/mention] ha scritto:


Parte 1





[mention]Strawberry
Fields[/mention] ha scritto:
parte 2






[mention]Strawberry
Fields[/mention] ha scritto:
Parte 3






Parte 4







Strawberry Fields ha scritto:parte 5 sulla morte di
Paul



Parte 6




Parte 7


Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Chiedi chi erano i BEATLES

Messaggio Da Ospite il Sab 15 Mag 2010, 22:33

... mi rendo conto ora che sono capace di accettare critiche, anche critiche a Marco, ma .... a Paul NO!

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Chiedi chi erano i BEATLES

Messaggio Da Ospite il Sab 15 Mag 2010, 22:33

Strawberry Fields ha scritto:Nick Hornby in Alta Fedeltà:


"Io, per me, appena torno a casa metto su i Beatles. Abbey Road,
probabilmente, anche se programmerò il cd perché salti "Something". I
Beatles sono le figurine delle gomme americane, e Help! visto al
cinema, il sabato mattina, e chitarre giocattolo di plastica, e "Yellow
Submarine" cantata a squarciagola dall'ultima fila di sedili in fondo
al bus, durante le gite scolastiche. I Beatles sono solo miei, non miei
e di Laura, non miei e di Charlie, non miei e di Alison Ashworth, e
anche se mi daranno delle emozioni, non saranno mai brutte emozioni."

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Chiedi chi erano i BEATLES

Messaggio Da Ospite il Sab 15 Mag 2010, 22:34

echo ha scritto:
Esiste
una leggenda, piuttosto macabra a dire il vero, che circola dagli anni
'60, per l'esattezza dal 9 novembre del 1969, data in cui, durante una
trasmissione radiofonica della stazione WKNR di Detroit, il disc-jockey
Russ Gibb ricevette la telefonata di un misterioso ascoltatore, tale
“Alfred”, che sosteneva di conoscere un agghiacciante segreto della
vita dei Beatles.
Alfred, in diretta radiofonica, rivelò che Paul Mc Cartney era morto due anni prima in un incidente stradale.


In quel periodo, i Beatles erano impegnati nella realizzazione
dell’album che avrebbe dato una svolta alla storia del rock: Sgt.
Pepper’s lonely hearts club band. Nel corso della telefonata, Alfred
citò una serie di
articoli tratti da alcuni giornali inglesi,
a proposito di un incidente avvenuto alle cinque del mattino del 9
Novembre 1966. Il guidatore dell’auto distrutta, completamente
sfigurato, non era stato identificato. Ma secondo Alfred aveva un nome:
Paul McCartney. Dopo quattro mesi dall’incidente, nel febbraio 1967, il
fan club ufficiale dei Beatles lanciò, senza una apparente ragione, un
curioso concorso: «Cerchiamo il sosia di Paul McCartney». Centinaia di
persone, da ogni parte del mondo, spedirono la loro foto e si
presentarono alle selezioni indette dal fan club. Ma, stranamente, il
vincitore del concorso no fu mai nominato...
Perché?
Forse per nascondere una scomoda verità. Secondo il misterioso Alfred,
infatti, il sosia di Paul fu trovato davvero, il quale, dopo “ritocchi”
ai lineamenti e alla voce, ne prese il posto.
Ultimamente,
ho rivisto circolare questa notizia in rete e ho deciso, da fan
sfegatata dei Beatles quale sono, di parlarne anche nel mio blog.
Se
siete pronti ad affrontare questa scomoda verità, seguitemi in questo
viaggio, che vi preannuncio essere davvero molto affascinante (e anche
un tantino inquietante, poiché, se la morte di Paul McCartney fosse
avvenuta veramente, ci troveremmo di fronte a una delle bugie più
incredibili e meglio archestrate della storia della musica).
La
leggenda, per riassumerla con le parole di Wikipedia, è la seguente:
"Una sera Paul McCartney uscì dalla sala prove dopo un violento litigio
con gli altri tre Beatles. Salì sulla sua auto per tornare a casa e
lungo la strada raccolse una ragazza che faceva l'autostop. La ragazza
si chiamava Rita e gli raccontò che stava scappando da casa perché era
incinta e, contro il parere del suo ragazzo, aveva deciso di abortire.
Solo in un secondo momento Rita realizzò che la persona al volante era
Paul dei Beatles; la sua reazione esagitata spaventò e distrasse
McCartney, che non vide il semaforo diventare rosso. Pur riuscendo a
evitare l'urto con un altro veicolo, l'auto del beatle uscì di
strada e si schiantò contro un albero, prendendo fuoco. Paul, sbalzato
fuori dall'abitacolo, sbatté la testa contro l'albero, perse i denti e
si bruciò i capelli. Sia Paul che Rita persero la vita".
Da
allora, che l'incidente sia avvenuto o meno, i Beatles rilasciarono
numerosi album contenenti parecchi indizi. Vediamoli uno a uno.

Butcher cover ("copertina del macellaio") è il nome che fu dato alla prima versione della copertina dell'album Yesterday and Today, uscito nel mercato USA proprio nel 1966.
In
questa copertina, che riporto qui a lato, si vedono i Beatles con
coltelli da macellaio, parecchie bambole fatte a pezzi e abbondanti
macchie di sangue. Cosa ancor più interessante, è che George Harrison
tiene la testa della bambola vicina alla testa di Paul...
Questa copertina, troppo esplicita e cruenta, fu ritirata dal mercato e sostituita da quella ufficiale,
nella quale vi sono comunque riferimenti espliciti (il baule che, in
realtà, è molto più simile a una bara) alla morte di Paul.
Sulla
copertina di Revolver, Paul è l'unico girato di profilo e, in alto a
sinistra, il suo viso pare pregno di sofferenza, anche se la maggior
parte dei cosiddetti indizi di Revolver si troverebbero nei testi delle canzoni. .
Nel brano di apertura dell'album, Taxman, Harrison canta (in realtà in due diverse strofe della canzone): If you drive a car e if you get too cold;
il primo verso significa certamente "se guidi un'auto", il secondo "se
hai troppo freddo", potrebbe anche essere letto come "se diventi troppo
freddo". Mentre, in
Tomorrow Never Knows (titolo tratto dal libro tibetano dei morti) Lennon canta play the game of existence to the end ("gioca il gioco della vita fino alla fine").
Un
album pieno di indizi, la cui copertina sembra ritrarre una cerimonia
funebre, con un folto pubblico in piedi davanti a una fossa, è Sgt
Pepper's Lonely Hearts Club.
Come
potete chiaramente vedere, i fiori, oltre a comporre la parola Beatles,
ritraggono anche un basso per mancini (come quello usato da Paul).
Sulla destra compare una bambola che ha in grembo un'auto che si dirige
verso la parola "Stones" (pietre). Paul è anche l'unico a imbracciare
uno strumento nero (un oboe). Inoltre, sopra la sua testa vi è il
disegno di una mano che, secondo alcune popolazioni asiatiche, aperta
sopra la testa, significherebbe morte.
Ma le stranezze non finiscono qui.
Se
si prende uno specchio e lo si appoggia perpendicolarmente fra le
parole "Lonely" e "Hearts", succedono due cose curiose: si formano le
due frasi "1 One 1" e "He die" ("1 1 1" sarebbero i tre superstiti e
"he die", ovvero "lui muore").


Continuando,
aprendo il disco, si vedono i Beatles seduti. L'unico accovacciato con
le braccia che stringono le ginocchia è Paul. Cosa c'è di strano,
direte voi? Nulla, se non che quella era proprio la posizione in cui i
Celti seppellivano i loro morti. Ad avvalare questa tesi, ci sarebbe
anche la O.P.D. sul braccio del Beatle, ovvero Officially Pronounced
Dead, ufficialmente pronunciato morto.
E, ancora, nella copertina di Magical Mystery Tour,
la scritta "Beatles", guardata allo specchio, ricorda un numero di
telefono: 2317438. La cosa oltremodo bizzarra è che pare che negli anni
'60, a Londra, a quel numero rispondesse una voce registrata che diceva
"Ci sei vicino", come a dire, non sei lontano dalla verità.
Successivamente, in White Album, nel brano Glass Onion (termine con cui si indicano le bare di vetro), un malizioso Lennon canta: here's another clue for you all: the walrus was Paul ("ecco un altro indizio per voi tutti: il tricheco era Paul"). Inoltre in "I Am the Walrus"
si sente una voce che dice "oh is really dead" (poco dopo il 4°
minuto). Osservando il retro di copertina, girato di lato, e lasciando
che gli occhi vadano fuori fuoco, sembra apparire l'acronimo
RIP.
Nel poster all'interno del White album
(a pag. 18 nel libretto del CD) compare il presunto sosia, tale
Campbell, prima della chirurgia plastica che avrebbe evidenziato le
somiglianze tra i due. In una foto di Paul che balla, due mani
scheletriche sembrano volerlo afferrare dalla schiena. Nell’angolo in
alto a sinistra del poster c’è una foto di Paul in una vasca da bagno
(a pag. 3 del CD): la posizione della testa di Paul e la schiuma di
sapone attorno suggeriscono la macabra scena del suo fatale incidente.
In Don't Pass Me By (che qui sentite al contrario) Ringo canta: you were in a car crash and you lost your hair ("hai avuto un incidente d'auto e hai perso i capelli").
Revolution 9 inizia con una voce che scandisce tre volte number nine che ascoltata al contrario suonerebbe turn me on, dead man
("accendimi, uomo morto"); il numero 9 si riferirebbe sia alla somma
delle lettere che compongono il nome McCartney (nove, appunto), sia al
giorno della presunta morte (il 9 novembre). Fra i rumori che
compongono questo brano c'è anche una frenata d'automobile e uno
schianto, e un coro che sembra ripetere "Paul is dead, Paul is dead" ed
una voce che grida velocemente "I'm die!". Dopodichè si sentono delle
urla. Alla fine di I'm So Tired, un'altra voce ascoltata al
contrario sembrerebbe dire "Paul is dead man: miss him, miss him, miss
him!" ("Paul è l'uomo morto: mi manca, mi manca, mi manca!").
Per quanto riguarda gli indizi sonori
circa la presunta morte di Paul, trovo davvero strabiliante che molte
delle loro canzoni, ascoltate al contrario, o semplicemente con
attenzione, rivelano dettagli sconcertanti.
Abbey Road è forse l'album le cui interpretazioni a sostegno della morte di Paul sono più note.

Il
gruppo attraversa la strada in fila indiana, ognuno con un abito che
sembra richiamare una figura iconologica diversa: John vestito di
bianco (sacerdote o forse angelo), Ringo con un completo nero che
potrebbe far pensare al portatore della bara, Paul scalzo (un altro
richiamo al fatto che i morti non portassero le scarpe), fuori passo
rispetto agli altri, con gli occhi chiusi, tiene la sigaretta con la
destra (pur essendo mancino); e infine George, in jeans, potrebbe
ricordare un becchino. Sulla targa del "maggiolino" ("beetle")
Volkswagen
bianco parcheggiato a sinistra, simile a un carro funebre, si legge
"28IF" ("28 SE", interpretato come "Paul avrebbe 28 anni SE fosse
ancora vivo"). Anche il resto della targa , "LMW", è stato letto come "
Linda McCartney Widowed" (vedova) o come "Linda McCartney Weeps" (piange).
Sulla copertina di Let It Be,
Paul è l'unico a guardare frontalmente e comunque in una direzione
diversa dagli altri, nonché l'unico ad apparire su sfondo rosso.
Mentre
sulla copertina di Oldies, si vede chiaramente una macchina dirigersi
proprio verso la testa di Paul, a memento dell'incidente... Inoltre,
OLDIES, è stato interpretato come PM Dies (ovvero Paul McCartney
muore). Se quest'analogia vi sfugge, pensate che stranamente le lettere
O e L precedono proprio la P e la M...
Come se non bastasse, come dimostra un interessante ricostruzione, la statura
di Paul McCartney sarebbe notevolmente aumentata dopo il 1967. Se prima
di tale data era alto all'incirca come John Lennon, come si evince da
numerosi scatti dell'epoca, successivamente, Paul diventa più piazzato
e molto più alto, cosa piuttosto strana, considerato il fatto che,
quando si schiantò con l'auto (certo, sempre che questa teoria sia
vera), aveva già 25 anni...
a
rimanendo decapitato. L'impresario dei Beatles, alcuni dirigenti della
casa discografica, ed i restanti tre Beatles decisero di tenere
nascosta la notizia e di seppellire Paul in un luogo segreto. Un sosia
lo avrebbe sostituito: William Campbell, un ex poliziotto. Grazie alla
sua somiglianza con il bassista ed alla plastica facciale, in breve
tempo Campbell si sostituì a McCartney.
Tutto questo non per dirvi che Paul è morto sul serio ma per riportare quanto ci han giocato sopra...anche a distanza di tempo.
A proposito, la targa è "51 IS" questa volta, non "28 IF"
La storia raccontata da Carlo Lucarelli:


Ultima modifica di Strawberry Fields il Sab 15 Mag 2010, 22:38, modificato 1 volta

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Chiedi chi erano i BEATLES

Messaggio Da Ospite il Sab 15 Mag 2010, 22:35

Strawberry Fields ha scritto:Gentilmente segnalato da Echo

Carlo Lucarelli
Il mistero della morte di Paul
1^ Parte



2^ Parte

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Chiedi chi erano i BEATLES

Messaggio Da Ospite il Sab 15 Mag 2010, 22:35

Pancaspe ha scritto:Difenderlo dalla mia ignoranza? Fate pure, mi metto comoda

mi propongo instruttore ! sisi

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Chiedi chi erano i BEATLES

Messaggio Da Ospite il Sab 15 Mag 2010, 22:35

echo ha scritto:La leggenda del Quinto Beatle.
Chi era l'elemento aggiunto dei Fab Four? George Martin? Brian Martin? Pete Best? Stuart Sutcliffe?

Cominciamo con il bellissimo "Stu"?

Stuart Sutcliffe: The Lost Beatle



"Stu was more than just the bass player - he was like our art director."
George Harrison
"He (Stuart) was a major attraction because of the James Dean thing, the dark, moody thing. I think a lot of people liked that."
Sir Paul McCartney
"I looked up to Stu, I depended on him to tell me the truth. Stu would tell me if something was good, and I'd believe him."
John Lennon
"I felt I knew Stuart because hardly a day went by that John did not speak about him."
Yoko Ono

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Chiedi chi erano i BEATLES

Messaggio Da EffeCi il Sab 15 Mag 2010, 22:35

aloe ha scritto:... mi rendo conto ora che sono capace di accettare critiche, anche critiche a Marco, ma .... a Paul NO!


Ecco!
avatar
EffeCi
mengonella
mengonella

Messaggi : 6617
Data d'iscrizione : 13.05.10
Età : 54
Località : Bologna

Tornare in alto Andare in basso

Re: Chiedi chi erano i BEATLES

Messaggio Da Ospite il Sab 15 Mag 2010, 22:36

Mede@ ha scritto:POLEMICHE
Il Vaticano riabilita i Beatles
Ringo: "E chi se ne importa"
A
quarant'anni dallo scioglimento, l'Osservatore romano "rivaluta" il
gruppo. Ma il batterista rimanda al mittente la celebrazione postuma:
"Eravamo satanici e ora ci perdonano?"


ROMA - "I
couldn't care less", e cioè "non me me potrebbe importare (o fregare,
in gergo) di meno": Ringo Starr non si commuove alla notizia del
"perdono" del Vaticano ai Beatles, quarant'anni dopo il loro
scioglimento. Intervistato dalla Cnn, il batterista ha ricordato come
all'epoca i vertici della Chiesa cattolica avessero definito i membri
del gruppo "satanici o possibilmente satanici", e i conti non gli
tornano: "Eravamo satanici e adesso ci perdonano?", ha commentato.
"Credo che la Santa Sede abbia altre cose di cui parlare".

In un
articolo pubblicato ieri dall'Osservatore romano in occasione del
quarantennale dello scioglimento, i Fab four Vengono "riabilitati" -
nonostante venga ricordata la loro vita di eccessi - in nome della
bellezza della musica. Ma alle origini del poco affetto delle alte
gerarchie cattoliche - oltre ai valori musicali e generazionali
rappresentati dai Beatles negli anni Sessanta - c'è soprattutto una
dichiarazione di John Lennon. Il grande artista, ucciso nel 1980 da un
fanatico a New York, in un'intervista off the record rilasciata nel
1966, ma poi pubblicata, definì nel 1966 il suo gruppo "più popolare di
Gesù Cristo": affermazione che tra l'altro fu citata come
giustificazione dal suo omicida, Mark David Chapman. Oggi, invece,
l'Osservatore ha definito quella frase "solo una spacconata di un
giovanottone della working class" e celebrato i Beatles e "l'eredità
inestimabile" lasciata nel loro campo di espressione.

Ma uno dei
due sopravvissuti della band - l'altro è Paul McCartney - rimanda al
mittente la riabilitazione postuma. Con una frase che non lascia spazio
a dubbi o a diplomazie.


http://www.repubblica.it/persone/2010/04/13/news/ringo_vaticano-3313915/

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Chiedi chi erano i BEATLES

Messaggio Da Ospite il Sab 15 Mag 2010, 22:38




Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Chiedi chi erano i BEATLES

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 14 1, 2, 3 ... 7 ... 14  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 :: ARTI :: Musica :: Artisti

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum